Pittura pop art | Sasha Torrisi

Sasha Torrisi nasce a Parma nel 1973. Artista poliedrico, sin da bambino ha la passione del disegno che lo porta a frequentare il Liceo per disegnatore meccanico e progettista con crescente interesse verso la grafica pubblicitaria e la fumettistica. Ed è proprio mescolando queste due tecniche che inizia a dipingere nel 1998 sperimentando il suo genere pittorico.
Il suo inizio è stato ispirato dall’artista e amico Marco Lodola , famoso in tutto il mondo per le sue sculture pop luminose “ fabbricate “ con plexiglass e illuminate con il neon. Frequenta lo studio di Lodola a Pavia per alcuni anni e impara moltissimo dal punto di vista artistico-grafico ma anche del marketing.
L’artista pavese ha collaborato con i Timoria alla realizzazione di due copertine per gli album “1999” ed “El Topo Grand Hotel” e ad alcune scenografie per i live.
Nel 2004, dopo un periodo di sperimentazione e ricerca di un suo lessico pittorico, Sasha è invitato ad esporre per la prima volta a Parma. In questa occasione vengono messe in mostra alcune sue opere dal sapore un po' acerbo ma di grande spessore e potenzialità.
Si afferma gradualmente come pittore votato alla Pop Art con un taglio vintage- glamour.
Le sue opere hanno una forza cromatica esuberante legata alle modalità narrative fumettistiche, ma rielaborano personaggi e dettagli fino all’astratto. Sembra che i soggetti siano indiscussi protagonisti di un immaginario Pop-story board: si stagliano da una liquida realtà metafisica in una dimensione asettica, levigata, fluorescente, oltre la realtà fisica delle cose. Lo sguardo osservatore di Sasha è quasi felliniano: ama il particolare, il poter “giocare” con accattivanti pin up, con gli occhi o con le labbra, come fossero tessere di un nobile domino, di una elegante regia.
Particolarmente interessante è la varietà dei temi che è in grado di affrontare, da soggetti femminili a ritratti maschili, serie di bocche e denti curati, fino ad un armonioso paesaggio. Le opere più recenti sono state soprattutto influenzate dalla cultura giapponese; il corpo della donna si fonde con il cibo “sushi “, tutto in stile Pop Art.
Si tratta di opere in acrilico e fluo su tela di cotone extrafine in cui la passione per la pittura di Sasha emerge e si fonde con quella per la musica; un ritmo della composizione che proviene senza dubbio dalle esperienze musicali acquisite.
In questa decade di lavoro ha realizzato tantissime opere vendute in tutto il mondo.
Ha esposto i suoi quadri in varie location, dalle Gallerie più prestigiose a locali più commerciali, per far conoscere il più possibile il suo lavoro.
Nell’Ottobre del 2011 riceve il premio della critica per il quadro “ Body Sushi “ esposto ad una collettiva a Montecarlo presso l’Auditorium Ranieri III in occasione della terza edizione della Mostra Internazionale d’Arte Moderna “GemLuc Art “ e grazie a questo premio espone le sue opere nel Febbraio del 2012 in una personale presso la Galleria di “ Ville De Beausoleil “ in Francia e alcuni mesi dopo presso la Galleria “ Carrè Dorè “ di Montecarlo.
E’ di grande soddisfazione l’invito a partecipare alla mostra collettiva organizzata per rendere omaggio alla diva del cinema Marilyn Monroe per il cinquantesimo anno dalla scomparsa presso il Palazzo Wedekind in piazza Colonna a Roma. Tra gli artisti della collettiva, sono da menzionare le “Marilyn” di Andy Warhol e Mimmo Rotella.
La stessa mostra verrà esposta dopo un mese a Miami – Florida.
Nel gennaio 2013 espone 40 opere in una personale presso la galleria Cà D'Oro in Piazza di Spagna a Roma.
Nel contempo inizia una collaborazione con un marchio d'abbigliamento. Vengono esposti nel marzo 2013, presso la fiera di Bologna, alcuni capi ispirati alle opere di Sasha.
Nello stesso mese viene invitato ad esporre 3 opere presso l'Auditorium Conciliazione a Roma ad una collettiva di artisti internazionali in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.
La stessa verra’ proposta in una prestigiosa galleria di Miami nell’Ottobre 2013.
Nell’ autunno 2013 l’artista inizia a sperimentare la sua pittura su legno e ceramica, senza abbandonare la tela, ed espone, per la prima volta, gli oggetti di questa nuova esperienza artistica al “Panni Alti Vintage Expo” di Schio,Vicenza.
Sasha ha realizzato l’art-work per la confezione di una nuova linea di costumi da bagno femminili presentati nel Novembre 2013 a “The Fabrics Festival“, Cannes da SarahMosse fashion design presso “Palais des Festivals et des Congres".